Stemma
La Famiglia Debidda . . . . .             

               . . . tra Storia e Leggenda
Home
 
La storia
 
Uomini Illustri
 
Dove siamo
 
Albero genealogico
 
News e Links
 
Contatti


Antonio Debidda

Nato a Luogosanto in provincia di Sassari, Diocesi di Tempio Pausania, nel 1924,

figlio di Andrea Debidda e Maria Maddalena Paggiolu,

1° figlio maschio, trascorse la sua infanzia con i suoi numerosi fratelli e sorelle negli stazzi tra Luogosanto e Bassacutena.

All' età di 24 anni, nel 1948, sposa Domenica Silviani, figlia di Gavino e Antonia Malva, dalla quale ebbe 5 figli, Andrea Arnaldo, Maria Antonella (Marinella), Donato, Massimo e Gianni.

Dopo un inizio di attività come agricoltore, la sua indole di imprenditore lo portò ben presto ad intraprendere esperienze lavorative in vari settori; da commerciante e riparatore di biciclette a camionista, da padroncino nel settore dei trasporti a commerciante di piastrelle fino ad appaltatore di servizi postali per lo stato italiano e a questa ultima attività dedicò tutta la sua vita lavorativa fino alla pensione e oltre.

Dopo un certo periodo come autotrasportatore in Sardegna, vinse il suo primo appalto di servizi postali nella città di Olbia, qualche anno dopo aprì la filiale di Sassari e da qui un susseguirsi di filiali in tutta Italia, da Reggio Emilia a Ferrara da Bologna a Catanzaro da Padova a Siena.

Decise dopo tanti anni e di chilometri percorsi in tutta Italia, nel 1983, di dedicarsi  solamente ad una sola filiale e scelse quel di Reggio Emilia, forse per una questione di orgoglio, perché fu la prima filiale che aprì nel continente (1970), o perché Reggio Emilia era ed è tuttora una tranquilla città ricca di opportunità lavorative per i propri  figli, dove tuttora abitano 2 di loro, Massimo e Gianni.

Negli anni diventò un punto di riferimento per tutto il settore dei servizi postali in Italia, dove, per molti suoi colleghi, diventò un consigliere per i rapporti con lo stato,  portando il settore a fare un salto di qualità sia nei servizi verso gli utenti sia nei rapporti con i sindacati, che sempre lo rispettarono per le sue scelte eque per gli imprenditori e per i loro dipendenti.

Si è spento in Sassari il 2.1.2012,
riposa in pace nel cimitero di Aglientu (SS).

Antonio  Debidda

2014 Massimo Debidda. Tutti i diritti riservati.